/by

Sindrome metabolica e disturbi urinari

La sindrome metabolica è presente nel 30-40% dei soggetti obesi e determina un aumento del rischio cardiovascolare e del diabete tipo 2, oltre a rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo e la progressione di alcuni tipi di tumore, compreso quello della prostata.

Continua a leggere...

In primo
piano

In primo
piano

Sindrome metabolica e disturbi urinari

La sindrome metabolica è presente nel 30-40% dei soggetti obesi e determina un aumento del rischio cardiovascolare e del diabete tipo 2, oltre a rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo e la progressione di alcuni tipi di tumore, compreso quello della prostata.

Ingrossamento della prostata

L’ingrossamento della prostata è un problema che si manifesta con l’avanzare dell’età e se trascurato può dare disturbi che hanno impatto sulla qualità della vita. Scopri tutto quello che c’è da sapere sull’ingrossamento della prostata.

Benessere sessuale

Il benessere sessuale è parte integrante della salute delle persone. I disturbi sessuali non sono solo e sempre dovuti a problemi psicologici, anzi, a volte i problemi psicologici possono essere conseguenza dei disturbi sessuali. Approfondisci.

Influenza dei disturbi urinari sulla vita quotidiana

Sonnolenza e riduzione della performance diurna a causa dei frequenti risvegli notturni
Vita sociale influenzata dai sintomi
Riduzione della performance sessuale, diminuita percezione di sé

Influenza dei disturbi urinari sulla vita quotidiana

Sonnolenza e riduzione della performance diurna a causa dei frequenti risvegli notturni
Vita sociale influenzata dai sintomi
Riduzione della performance sessuale, diminuita percezione di sé

Ai primi sintomi
agisci subito

La prostata dopo i 50 anni aumenta progressivamente il suo volume e se i sintomi non vengono curati precocemente possono evolvere in situazioni cliniche più complesse da gestire, con impatto rilevante sulla qualità di vita sociale e relazionale della persona.

Ai primi sintomi
agisci subito

La prostata dopo i 50 anni aumenta progressivamente il suo volume e se i sintomi non vengono curati precocemente possono evolvere in situazioni cliniche più complesse da gestire, con impatto rilevante sulla qualità di vita sociale e relazionale della persona.